Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?

DALLA REGIONE

di Serena Consigli, Regione Toscana

Il mese di ottobre è l’appuntamento ricorrente delle biblioteche toscane con i cittadini, ovvero la campagna di promozione "Ma dove? In biblioteca".

Per l'edizione 2018 è stato scelto il tema della "bibliodiversità come strategia di diffusione del libro e della lettura", in stretto collegamento al progetto "Leggere in Toscana" della Regione Toscana che, riconoscendo nella lettura una risorsa strategica su cui investire e un valore sociale e civile da sostenere, vuole ampliare il pubblico dei lettori abituali, consolidando l'abitudine a leggere fin dalla nascita, avvicinando coloro che non leggono e rafforzando le pratiche di lettura di chi ha con i libri un rapporto sporadico. Obiettivo della campagna è dunque quella di proporre ai cittadini occasioni di incontro con il libro e la lettura nell'accezione della bibliodiversità, ossia nel rispetto della diversità culturale applicata alla filiera del libro, quindi alla diversificazione della produzione editoriale a disposizione del lettore, comprensiva delle produzioni di editori indipendenti, e dell'offerta culturale. In questo senso la bibliodiversità sottolinea sia la dimensione centrale della libertà di scelta nella fruizione culturale, sia la missione della biblioteca pubblica di garantire l'accesso ad un'offerta plurima, ampia e il più rappresentativa possibile dei prodotti editoriali, da parte di tutti, anche di coloro che sono a rischio di emarginazione sociale come i disabili, le persone malate, i migranti, i bambini, giovani, gli anziani, i detenuti.

Ma la campagna di ottobre 2018 è anche un'occasione per scambiare esperienze, idee e buona pratiche di promozione del libro e della lettura, in un contesto come quello regionale in cui si vuole favorire un'azione coordinata, continuativa e sistemica di iniziative nel territorio con il coinvolgimento di tutti i soggetti del mondo del libro per poi arrivare alla sottoscrizione di un "Patto regionale per la Lettura", quale strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura in Toscana.

Leggere è importante fin da piccoli: tutti i bambini dovrebbero conoscere la propria biblioteca locale e farla divenire un luogo invitante e stimolante, dove potere soddisfare i propri bisogni informativi, culturali e ricreativi.

Il mese di ottobre è ricco di iniziative per far conoscere i servizi, i progetti, le attività che le biblioteche, gli archivi, gli istituti culturali e le reti documentarie in Toscana garantiscono a tutti, sempre e gratuitamente.

Tante le attività e i laboratori rivolti ai lettori più piccoli.

Tutte le informazioni sugli eventi delle biblioteche toscane li puoi trovare su /www.regione.toscana.it/-/ma-dove-in-bibliote-1