Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?

PAROLA DI ESPERTO

a cura del professor Gabriele Simonini, reumatologo pediatra AOU Meyer

Che cosa è la sinovite benigna dell’anca?
La sinovite transitoria dell’anca è una condizione comune, assolutamente benigna, caratterizzata da un’infiammazione di una grossa articolazione: l’anca. Tipicamente si presenta con un esordio acuto caratterizzato da dolore e zoppia. Talvolta si può associare anche a un lieve rialzo termico. Si presenta in bambini tra i tre e i dieci anni, generalmente in salute, che nei giorni precedenti hanno avuto un’infezione delle vie aeree superiori come un raffreddore, una faringite, un’otite o una bronchite. La diagnosi è fatta sulla base della storia e dell’esame clinico del bambino, a cui, può, talora, associarsi un’ecografia della regione interessata, che dimostrerà un versamento articolare.

In quanto tempo si risolve?
Tipicamente si risolve nell’arco di qualche giorno con riposo assoluto, con una completa ripresa delle normali attività del bambino nell’arco di 2 settimane.

Esiste una terapia?
Non esiste una terapia specifica, la migliore cura è rappresentata dal riposo e dall’astensione dall’attività fisica per almeno 1 settimana a cui si può eventualmente associare una terapia analgesica come il paracetamolo.

Perché comunemente viene detta raffreddore dell’anca?
È comunemente definita raffreddore dell’anca perché tipicamente viene preceduta nei giorni precedenti da un’infezione delle vie aeree superiori, proprio come il raffreddore. In più, proprio come il raffreddore, è benigna, dura meno di una settimana e passa da sola, senza bisogno di una cura specifica.