Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?

LETTERE

Ancora domande sulla meningite e i vaccini. Pubblichiamo volentieri il sunto di una domanda a cui ha dato risposta specifica la nostra esperta, immunologo e coordinatore scientifico, prof.ssa Chiara Azzari. La riproponiamo proprio per la sua valenza generale e utilità per tutti.

Gentilissimi,
vorrei un’informazione sul vaccino meningococco C per due dei miei tre bambini. Il primo, nato a febbraio 2006, è stato vaccinato per il meningococco C nel 2007. Il secondo, nato a novembre 2007, è stato vaccinato per il meningococco C nel 2008.
La mia pediatra mi ha consigliato, data anche l'emergenza in Toscana, di fare un richiamo, perché la copertura potrebbe non essere più efficace. Posso avere la vostra opinione sul fatto di fare il richiamo ed eventualmente un’indicazione su come fare?

Risposta
Il calendario della Regione Toscana prevede che la seconda dose di vaccino venga fatta nell'undicesimo anno, cioè dopo che un bambino ne ha compiuti 10. Questo calendario si è dimostrato adeguato nella maggior parte dei casi, infatti, nonostante il gran numero di casi in Toscana, pochissimi si sono verificati in soggetti vaccinati. Però a distanza di 8-9 anni dalla vaccinazione (come i suoi bambini) la certezza della protezione non c'è più.
Non siamo in una situazione di epidemia e non dobbiamo essere allarmati, ma se desideriamo rinforzare la protezione dei bambini possiamo fare, con leggero anticipo, la dose di richiamo. Credo che potrebbe somministrarla ai bambini la loro pediatra, molti pediatri si sono infatti resi disponibili a vaccinare i bambini.