Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?
Dietisti toscani in un'aula per corso di formazione sulla celiachia
Dietisti toscani in un'aula per corso di formazione sulla celiachia

Un’esplorazione a tutto campo del pianeta celiachia: è questo l’obiettivo del corso di formazione rivolto a tutti i dietisti della Toscana in programma questa mattina nell’aula magna dell’Ospedale pediatrico Meyer. A tracciare un inquadramento clinico della patologia saranno il professor Paolo Lionetti per la parte pediatrica e il professore Antonio Calabrò per l’adulto, mentre gli altri relatori affronteranno la gestione dietetica sotto tutti gli aspetti. Un’occasione preziosa di approfondimento per gli addetti ai lavori che, ogni giorno, si trovano a confrontarsi con pazienti, pediatrici e adulti, con questa patologia cronica e che necessitano di risposte di alto livello scientifico e, al tempo stesso, concrete. Gli obiettivi formativi dell’iniziativa sono molteplici: approfondire la conoscenza delle problematiche relative all’approccio alla dieta senza glutine, identificare le criticità della presa in carico del paziente con questa patologia cronica, fornire gli strumenti e la metodologia necessari per la gestione nutrizionale di bambini e adulti e analizzare le disposizioni normative della legislazione alimentare in materia. A organizzare il corso, è stato il comitato scientifico ristretto dell’Aic, l’Associazione italiana celiachia. “Questa giornata – spiega Laura Chiesi, dietista del Meyer con una lunga esperienza sul campo e membro del comitato scientifico promotore dell’evento – ha lo scopo di costruire un linguaggio comune per gli addetti ai lavori, anche nell’ottica della realizzazione di una rete regionale. Tutti i pazienti celiaci hanno diritto di trovare, vicino a casa, professionisti in grado di fornire informazioni complete e aggiornate e di garantire una presa in carico globale”. La specificità pediatrica occupa ovviamente un posto di rilievo nel programma dell’evento: gestire un bambino, e un adolescente, con una diagnosi di celiachia richiede attenzioni e competenze particolari.

Da tempo, nell’Ospedale pediatrico si aiutano i bambini e le famiglie a convivere serenamente con questa patologia. Per la parte dietetica da oltre 15 anni si utilizza una metodologia interattiva che vede incontri di educazione alimentare alla dieta senza glutine attraverso colloqui di gruppo con i pazienti e le loro famiglie. Un approccio che piccoli e genitori apprezzano particolarmente. Negli ultimi due anni, sono più di trecento i pazienti pediatrici che, alle prese con una diagnosi di celiachia, hanno potuto partecipare a un colloquio di gruppo con la famiglia. Ad aprire la giornata dei lavori, i saluti di Alberto Zanobini, Direttore Generale del Meyer e Giuseppe Giura, presidente della sezione toscana di Aic.