Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?
Bambino seduto a tavola felice di mangiare le verdure
Bambino seduto a tavola felice di mangiare le verdure

Un convegno multidisciplinare tutto dedicato alla nutraceutica, la disciplina che studia le proprietà terapeutiche o preventive di alcuni alimenti. Un filone di ricerca che trova interessanti applicazioni anche in ambito pediatrico. Ed è proprio partendo da questa consapevolezza che il professor Elio Novembre, responsabile della Struttura dipartimentale di Allergologia del Meyer ha organizzato un evento formativo, dal titolo “Guarire a tavola”, dedicato a tutti i professionisti che operano in ambito sanitario: dai medici ai pediatri di famiglia, dagli infermieri ai biologi, dai farmacisti ai dietisti. “È vero – spiega il professore – che alcuni cibi contengono sostanze benefiche, capaci di prevenire alcune malattie e curarne altre. Come è vero che negli ultimi anni queste sostanze sono state individuate e caratterizzate, tanto da poter essere considerate dei veri e propri farmaci. Occorre però che queste informazioni siano inquadrate in un contesto scientifico, in modo da evitare diete inappropriate che possono avere anche conseguenze piuttosto serie per la salute dei bambini”.

Ad aprire la mattinata di lavori saranno Alberto Zanobini, Direttore Generale del Meyer e Pierangelo Geppetti, Direttore del Dipartimento di Scienze della salute dell’Università di Firenze, mentre il professor Gianpaolo Donzelli terrà una lezione sul tema. Tra i temi affrontati durante il convegno, l’esperienza positiva portata avanti dal Meyer con il latte di asina amiatina, ricco di calcio e di sostanze anti-infiammatorie, utilizzato e ben tollerato dai bambini allergici al latte vaccino.
Nel corso di una tavola rotonda, si farà anche il punto sul rapporto tra malattie croniche e alimentazione, con un approfondimento sugli alimenti della tradizione, come cavoli e fagioli che sono ricchi di sostanze capaci di contrastare le complicanze del diabete, e altri ancora, come alcuni grani antichi coltivati in Toscana che hanno effetti benefici sull’apparato digerente. Tra gli altri focus, il bambino diabetico a tavola, l’obesità e la tosse cronica correlata ai polifenoli o ai flavonoidi.