Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?
Foto di una postazione del reparto di rianimazione del Meyer

Firenze – Il Meyer modifica l’assetto di un settore strategico dell’Ospedale: quello che riguarda le aree di Anestesia, Rianimazione ed Endoscopia Respiratoria. La riorganizzazione in atto punta tutto sul lavoro di squadra e sulla valorizzazione dei professionisti che da tempo operano all’interno del pediatrico fiorentino. Dal 31 marzo il dottor Lorenzo Mirabile, direttore del Centro di Eccellenza di Endoscopia respiratoria, è in pensione per raggiunti limiti di età. Al professionista vanno i ringraziamenti dell’Ospedale pediatrico fiorentino per il lavoro svolto. La continuità assistenziale ai piccoli pazienti sarà garantita da un naturale processo di avvicendamento che coinvolgerà appunto tre aree e che vede protagonisti un pool di professioniste e professionisti. Manuela L’Erario sarà responsabile facente funzione della Struttura complessa di Anestesia e Rianimazione, all’interno dell’area di attività intensiva e dell’emergenza del Dipartimento specialistico interdisciplinare. Michele Pennica sarà confermato come responsabile della Sub Intensiva. Sarà Elena Lenares a ricoprire ad interim il ruolo di responsabile della Struttura semplice dell’Anestesia. Tra le novità in questo ambito, la creazione di una figura che servirà da coordinamento scientifico trasversale per tutti gli anestesisti del Meyer: sarà quindi Leonardo Bussolin, responsabile della Neuroanestesia e Neurorianimazione, a occuparsi della formazione degli operatori. L’incarico di direttore ad interim del Centro di Eccellenza di Endoscopia Respiratoria va a Franco Trabalzini, già responsabile della Struttura complessa di Otorinolaringoiatria: sarà lui a coordinare un team di professionisti che si occuperanno anche dell’assistenza intensiva delle patologie ostruttive. A far parte di questa squadra, Roberto Baggi, responsabile della Struttura semplice Tracheal Team, Stefano Avenali, responsabile della Struttura semplice Rianimazione cardiorespiratoria, oltre agli specialisti in otorinolaringoiatria e maxillofacciale del Centro di Eccellenza di Neurochirurgia diretto da Lorenzo Genitori.