Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?
Foto di Cesare Filippeschi, dermatologo del Meyer, mentre visita un piccolo paziente

Firenze - La diagnosi e il trattamento delle anomalie vascolari: è questo l’argomento al centro del Congresso nazionale Sisav (Società italiana studio anomalie vascolari) che prenderà il via questa mattina presso l’auditorium di Santa Apollonia, a Firenze. È la prima volta che il capoluogo toscano ospita questo importante appuntamento scientifico, giunto alla settima edizione. Un traguardo reso possibile grazie alla collaborazione tra l’Ospedale Meyer e il consiglio direttivo della Sisav e al sostegno del Centro Studi della Fondazione Meyer. Per tre giorni, gli addetti ai lavori si confronteranno sulle innovazioni che hanno permesso, negli ultimi anni, di migliorare l’approccio terapeutico di queste patologie che interessano anche i bambini. Tra i relatori, i professionisti del pediatrico fiorentino, ma anche specialisti nazionali e ospiti internazionali. Particolare attenzione verrà riservata all’importanza di un approccio multidisciplinare per affrontare queste patologie. Al Meyer queta sinergia è già in atto da tempo, grazie alla collaborazione tra le specialistiche mediche e le branche chirurgiche e diagnostiche.