Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?

https://youtu.be/2GqCSXBqQE8 - 13 dicembre 2017

Il nuovo reparto di Nefrologia e dialisi si trova al primo piano del Meyer, nell’ex-auditorium, in un'area complessiva di 300 metri quadrati. La superficie è stata completamente ristrutturata, arredata e decorata attraverso un progetto “Il bosco del Meyer” che ha reso gli spazi più accoglienti e funzionali.

La nuova dialisi del Meyer dispone di sei postazioni dialitiche, tre in più di prima, in modo da consentire di effettuare solo turni pomeridiani per consentire a tutti i bambini dializzati di andare a scuola. C’è poi una postazione per le dialisi acute, necessaria per gestire le situazioni di emergenza, in cui il rene smette improvvisamente di funzionare, in bambini di tutte le età, inclusi i neonati, anche di basso peso, con procedure all’avanguardia. Una stanza separata é stata dedicata alla gestione delle dialisi peritoneali e all’educazione dei familiari dei bambini che possono effettuare la dialisi a casa con l’assistenza costante del personale del Meyer.

Oltre a questo, ci sono poi stanze dedicate ad ambulatori e day hospital con aree di telemedicina in collegamento web con i maggiori centri di nefrologia pediatrica europea per consulti internazionali sulle malattie renali rare, in modo che per ogni malattia, anche la più rara, i piccoli pazienti abbiano sempre a disposizione le possibilità diagnostiche e terapeutiche più avanzate a livello mondiale.

Sotto il profilo tecnologico la nuova struttura si avvale di un impianto di osmosi di ultima generazione che garantisce un perfetto trattamento dell'acqua per le apparecchiature di dialisi. Avanzatissime e complete le dotazioni presenti: apparecchiature di emodialisi, dialisi Crrt e dialisi peritoneale di alta efficienza, letti a bilancia pediatrici allungabili per adattarsi al meglio a pazienti di tutte le età, apparecchiature di monitoraggio parametri vitali che permettono di seguire costantemente i pazienti durante il trattamento.

Il Centro di Nefrologia del pediatrico fiorentino è tra i pochi a livello internazionale a lavorare con le tecniche più avanzate di diagnosi genetica e molecolare tramite sequenziamenti esomici del DNA e che integra la più avanzata ricerca all’attività clinica ed è diretto dalla professoressa Paola Romagnani, una delle più autorevoli esperte mondiali per l’attività di ricerca e clinica sulla tematica delle problematiche renali pediatriche.