Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?

https://youtu.be/dN5xLvBke90 - 17 ottobre 2018

Il Meyer è stata la sede del meeting nazionale di Otorinolaringoiatria per una rete specialistica pediatrica nazionale. “Una cura globale” è stato il titolo dell’evento medico scientifico organizzato dall’Ospedale pediatrico di Firenze assieme alla sua Fondazione e all’AOPI (Associazione che riunisce gli Ospedali Pediatrici Italiani). “Motore” di questo evento è stato Franco Trabalzini, Direttore della struttura complessa di Otorinolaringoiatria con l’intento di realizzare un confronto nella comunità pediatrica, per lo scambio di esperienze e competenze in un’ottica multidisciplinare con le figure indispensabili nella cura globale dei bambini (pediatra di famiglia, logopedista, audiologa, audiometrista, neuropsichiatra, neurochirurgo..) e per rafforzare la rete fra gli Ospedali pediatrici.

La creazione di una rete nazionale specialistica è stato quindi uno dei punti nodali dell’evento che ha tra i promotori proprio l’Associazione che riunisce tutti gli ospedali e i reparti pediatrici. All’appuntamento è avvenuto il gemellaggio tra il reparto di Otorinolaringoiatria del Meyer e quello del SickKids di Toronto, riconosciuto punto di riferimento mondiale del settore, con la presenza del prof. Adrian James, autorità internazionale per la cura e la ricerca sulla sordità infantile che da anni collabora con Trabalzini.