Stampa

Gli specialisti del Meyer affrontano temi di salute pediatrica in brevi pillole video: è “Meyer Clip”.
In questa sezione del sito trovate i loro contributi, brevi interviste attraverso le quali gli esperti dell’ospedale provano a rispondere ad alcuni dubbi dei genitori.
Hai un argomento al quale vorresti che fosse dedicato un video di questa sezione? Scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



La cosiddetta “radiografia di controllo in gesso” è un esame che i bambini devono fare per controllare il decorso di una frattura. È un esame che spesso li spaventa perché hanno il ricordo, spesso doloroso, della prima che hanno fatto, al pronto soccorso, in occasione dell’evento traumatico. Tommaso Bini, tecnico di Radiologia Medica del Meyer, ci spiega come funziona e perché non deve farci paura.

 


In questa puntata vi parliamo della cosiddetta “radiografia del sorriso”: si tratta dell’ortopantomografia (OPT), un esame rapido, indolore e a basse radiazioni, che viene prescritto per scovare le carie o per motivi ortodontici. Francesca Bonanno, tecnico di Radiologia medica, ci spiega come funziona e ci parla del servizio speciale che il Meyer mette a disposizione dei bambini più spaventati per prepararli al meglio.

 


Il sangue dal naso – o epistassi – fa sempre un po’ paura a grandi e piccini, ma niente panico: nella maggior parte dei casi si tratta di un fenomeno benigno e passeggero. E sembra sempre più abbondante di quello che in realtà sta uscendo davvero: ce ne parla il dottor Franco Trabalzini, responsabile dell’Otorinolaringoiatria del Meyer.

 


Carta, perline, plastilina: i bambini piccoli tendono a infilare in naso e orecchie gli oggetti più disparati. Che fare se abbiamo il sospetto di un corpo estraneo? Ce ne parla Alessia Nucci, pediatra del pronto soccorso del Meyer, con qualche consiglio sulle prime cose da fare in attesa del consulto con il pediatra.

 


Calma, acqua, sapone e, solo dopo, una soluzione disinfettante: sono i primissimi ingredienti per curare le piccole, inevitabili, ferite dei bambini. Ce ne parla la dottoressa Giulia Giusti, pediatra del Pronto Soccorso e del Trauma Center del Meyer.

 


Le tonsille sono dei veri e propri “gendarmi” che hanno il compito di difendere il nostro organismo e per questo la loro asportazione è indicata solo in alcuni casi specifici. Ce ne parla Franco Trabalzini, responsabile dell’Otorinolaringoiatria pediatrica del Meyer.

 


In questa seconda puntata sul diabete di tipo 1, la dottoressa Sonia Toni ci spiega come si convive con questa patologia e fa chiarezza su alcuni luoghi comuni.

 


Quando si parla di diabete di tipo 1, purtroppo sempre più diffuso tra i giovani, ci sono alcuni segnali che non vanno sottovalutati perché potrebbero essere "spie" della patologia. La dottoressa Sonia Toni, responsabile della Diabetologia del Meyer, ci spiega quali sono.

 


La lettura condivisa fa bene a tutte le età, per lo sviluppo del linguaggio e la costruzione del pensiero. Ne abbiamo parlato con Emma Lapi, logopedista del Meyer, che ci spiega perché è così importante coltivare questa buona abitudine nel tempo, adattando i libri all’età dei bambini.

 


Cesare Filippeschi, dermatologo del Meyer, ci spiega quando e come occorre far controllare i nei dei nostri bambini.

 


Capita a tantissimi bambini, ma non dobbiamo preoccuparci: i difetti di pronuncia sono tipici della prima infanzia. Emma Lapi, logopedista del Meyer, ci spiega cosa possiamo fare per abituare i piccoli alla corretta pronuncia. Senza correggerli apertamente, ma con alcuni accorgimenti che ogni genitore può mettere in pratica.

 


Parola d’ordine: spazzolino. E visite periodiche dal dentista dai 3 anni in su, per intercettare le carie prima che comincino a far danni. La dottoressa Pamela Armi, dentista dell’Odontostomatologia speciale del Meyer, ci svela alcuni accorgimenti per tenere al sicuro i denti dei piccoli.

 


In questa seconda puntata dedicata alla febbre, il dottor Massimo Resti, pediatra e direttore del Dipartimento Specialistico Interdisciplinare dell'AOU Meyer, ci spiega come (e quando) intervenire per trattare l’aumento di temperatura nel bambino.

 


La febbre è un meccanismo di difesa: un’arma che l’organismo di grandi e piccini sfodera contro i patogeni per rendere loro la vita difficile. Parola di specialista: ce ne parla Massimo Resti, pediatra e direttore del Dipartimento Specialistico Interdisciplinare dell'AOU Meyer, che traccia un ritratto della febbre e ci spiega perché, nella maggior parte dei casi, non deve allarmarci.

 


Un’infermiera del punto prelievi del Meyer spiega come preparare i bambini al primo prelievo del sangue e perché è così importante dire loro la verità e mostrarsi tranquilli. A metterli a loro agio ci penseranno poi gli operatori del Meyer, tra farfalle e canzoncine scaccia-paura.

 


Se il pediatra li prescrive, gli antibiotici vanno somministrati ai bambini seguendo le dosi e i tempi che lui ci raccomanda. Senza improvvisazioni: Massimo Resti, pediatra e direttore del Dipartimento Specialistico Interdisciplinare dell'AOU Meyer, ci spiega perchè è così importante.

 


Ci sono quelle infettive e quelle allergiche. Roberto Caputo, responsabile dell'Oftalmologia del Meyer, ci spiega come fare per provare a distinguerle e come trattarle quando hanno bisogno di essere curate. Con una buona notizia finale: nella maggior parte dei casi si risolvono da sole.

 


L’acne è un disturbo da non sottovalutare, anche per il disagio che può creare ai ragazzi che ne sono affetti. Cesare Filippeschi, dermatologo del Meyer, spiega come affrontarla.

 


I disturbi del sonno che affliggono piccoli e piccolissimi possono essere molti: ce ne parla Caterina Teodori, psicologa del Meyer, con qualche suggerimento per provare a facilitare l’addormentamento e il riposo.

 


Vi parliamo dei” bambini ipersensibili”, con i consigli della psicologa del servizio ospedaliero Marianna Scollo Abeti, psicologa del servizio di psicologia del Meyer.

 


Esiste un vaccino contro le allergie? Non esattamente: ma l’immunoterapia specifica, fiore all’occhiello del Meyer, può essere un grande aiuto per i bambini che ne soffrono. Ne parla Francesca Mori, responsabile Allergologia AOU Meyer.

 


Ci sono dei segnali che possono aiutarci a capire se il nostro bambino ha problemi di udito. Ce ne parla Franco Trabalzini, responsabile dell’Otorinolaringoiatria pediatrica del Meyer.

 


Cos’è la scoliosi? Come si cura? Gabriele Ristori, ortopedico del Meyer, risponde a questi ed altri dubbi di molti genitori. Sfatando molti luoghi comuni, come quello che “la colpa” sia degli zainetti troppo pesanti.

 


Rosanna Martin, psicologa responsabile del servizio psicologico del Meyer, spiega che cosa sono i "disturbi da sintomo somatico" e perché non vanno sottovalutati.

 


Pamela Armi, odontoiatra dell'Odontostomatologia speciale del Meyer, spiega come prendersi cura dei denti dei bambini.

 


Chiara Roma, dietista del servizio di Dietetica Professionale del Meyer, spiega perché è così importante la prima colazione e ci dà qualche suggerimento per renderla più appetitosa e gradita ai bambini.

 


Laura Chiesi, dietista del servizio di Dietetica Professionale del Meyer, spiega qualche "trucco" per invogliare il bambino a mangiare, con qualche suggerimento per merende gustose e sane.

 


Francesca Mori, responsabile dell'Allergologia del Meyer, spiega quali sono i campanelli d'allarme che possono farci sospettare un'allergia nel bambino.

 


Il professor Antonino Morabito, responsabile della Chirurgia pediatrica del Meyer, spiega cos'è l'appendicite e come riconoscerne i campanelli d'allarme.

 


Francesco Silenzi, pediatra del Meyer, spiega come difendere i bambini dagli insetti e cosa fare in caso di puntura.

 


Cesare Filippeschi, dermatologo del Meyer, spiega come prendersi cura della pelle dei bambini durante l'esposizione solare.

 


Il dottor Franco Trabalzini, responsabile dell'Otorinolaringoiatria pediatrica del Meyer spiega come prendersi cura delle delicate orecchie del bambino.

 


Il responsabile di Oftalmologia pediatrica Roberto Caputo spiega gli effetti dell'uso del tablet sugli occhi dei bambini.