Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?

DALLA REGIONE

di Serena Consigli, Regione Toscana
Giocatori della Fiorentina acclamano una donatrice di sangue

Per vincere bisogna dare il sangue: è questo il claim della campagna lanciata dalla Regione Toscana per sensibilizzare la popolazione sull’importanza di compiere una scelta così preziosa per la salute di adulti e bambini che necessitano di cure e terapie. I toscani sono un popolo solidale e, da tempo, hanno compreso il valore di questo gesto. Tuttavia, nonostante l’impegno di tanti, non è ancora possibile coprire le necessità dei malati. Serve uno sforzo in più, da parte di tutti. Di qui la volontà di lanciare un appello alla generosità delle persone che godono di buona salute. Per raggiungere la massima efficacia del messaggio, sono stati coinvolti i protagonisti dello sport: i calciatori della Fiorentina (maschile e femminile), dell’Empoli, i nuotatori della Rari Nantes Florentia, i giocatori delle squadra di pallavolo il Bisonte, di Rugby Nazionale, del Basket di Pistoia e Lucca e i personaggi del mondo della scherma.
L’obiettivo primario è raggiungere il livello di autosufficienza regionale di sangue e dei suoi componenti. In Toscana sono migliaia le persone che vivono grazie alla donazione di plasma, sangue e piastrine.

Perché donare. Il sangue è indispensabile nelle situazioni di emergenza (traumi, interventi chirurgici), ma anche durante il trattamento di molti pazienti affetti da leucemia, talassemia, emofilia: molte terapie tecnologicamente avanzate, e gli stessi trapianti, sono realizzabili soltanto se sono disponibili grandi quantità di emocomponenti.

Chi può farlo. Molti vorrebbero donare il sangue, ma non lo fanno per paura o per scarsa informazione. In realtà si tratta di un gesto semplice e sicuro: è sufficiente essere maggiorenne, godere di buona salute e pesare più di 50 kg. Il prelievo è eseguito da personale qualificato che utilizza materiale sterilizzato e monouso.

Donatore abituale. Diventare donatore abituale (colui che dona sangue in maniera periodica) è una scelta consapevole e importante per se stessi e per gli altri: per alcuni malati il sangue è una necessità quotidiana ed è quindi fondamentale poter contare sempre su nuovi donatori.

Dove donare. In Toscana sono presenti 40 strutture trasfusionali. L’ospedale pediatrico Meyer è centro di riferimento regionale e nazionale per la diagnosi e la cura di numerose malattie per le quali le esigenze trasfusionali sono molto elevate.

Per saperne di più pagina dedicata alle donazioni   sul sito di Regione Toscana.

Per donare il sangue al Meyer consulta questa pagina.