Contenuto principale

Messaggio di avviso

La visita del Console Usa per la donazione alla Rianimazione del Meyer

La Console Generale presso il Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze, Ragini Gupta, ha fatto visita al Meyer. Il Governo degli Stati Uniti, infatti, ha scelto il Meyer, insieme ad altri ospedali italiani, come destinatario di una importante donazione per il reparto di Rianimazione, che arriva attraverso l’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (Usaid) e che fa parte del pacchetto di assistenza da 60 milioni di dollari degli Stati Uniti all’Italia. Sono stati donati all’ospedale 10 letti per terapia intensiva, 15 monitor e una centrale di monitoraggio di ultimissima generazione per questo delicato reparto.

Questi letti sono tecnologicamente avanzati ed idonei per pazienti critici - anche per i piccoli affetti da Covid - e permettono posizionamenti controllati ed il supporto adatto per ciascun quadro patologico. Inoltre, i monitor per i parametri vitali e la centrale di monitoraggio si integrano perfettamente alla cartella clinica elettronica utilizzata in ospedale.

“Siamo riconoscenti al Consolato Usa di Firenze per la stima e l’amicizia che ci ha testimoniato e che ha portato a designare il Meyer come destinatario del contributo – ha spiegato il direttore generale dell’Ospedale Alberto Zanobini – Grazie a questa innovazione oggi le cure per i piccoli pazienti migliorano ancora”.

“Il 13 Aprile abbiamo celebrato il 160° anniversario delle Relazioni tra Italia e Stati Uniti. La nostra partnership ha un ruolo essenziale nell'affrontare le sfide globali dinnanzi a noi, specialmente quella posta dalla pandemia. Gli Stati Uniti sono a fianco dell'Italia oggi, come tante volte in passato”, ha spiegato la Console Gupta. “Il nostro sostegno all'Italia durante la pandemia COVID comprende decine di milioni di dollari in assistenza sanitaria, umanitaria ed economica fornita dal governo degli Stati Uniti. Sono molto felice che il Meyer riceverà questa donazione dal governo statunitense. Il Meyer rappresenta un’eccellenza toscana, e tengo molto a cuore la sua nobile missione di proteggere la salute dei bambini. Questa donazione di attrezzature mediche al Meyer rinforzerà l’abilità dell’ospedale, e di tutta la città di Firenze, nel rispondere alla presente crisi e ad altre possibili future minacce alla salute pubblica”.