Contenuto principale

Messaggio di avviso

Scarica la locandina

Firenze - Si intitola “Choosing Wisely” – scegliere saggiamente in pediatria”, il congresso organizzato dal Meyer che si terrà domani a Villa La Quiete. Si tratta del primo congresso italiano sul tema “Choosing Wisely” – scegliere saggiamente in pediatria”, con l’obiettivo di far conoscere sempre più il movimento “Choosing Wisely” in ambito pediatrico e di creare un’occasione di discussione e di confronto tra pediatri ospedalieri (generalisti e specialisti) e pediatri di famiglia. La giornata sarà l’occasione per affrontare nuove sfide con scelte sagge nelle varie discipline pediatriche sia in tema di metodiche diagnostiche che di trattamento.

Il movimento “Choosing Wisely” – scegliere saggiamente – è nato nel 2012 in Canada e negli Stati Uniti, ma ha presto raggiunto ampio consenso anche in Europa. Nella pratica medica, sia negli adulti che in pediatria, vengono spesso intrapresi percorsi diagnostici complessi, non sempre appropriati e necessari, che possono condurre a scelte terapeutiche non efficaci, se non dannose per il paziente. Alla base di questa modalità cosiddetta di "overuse", che comprende sia l'eccesso di procedure diagnostiche (overdiagnosis) che di terapie (overtreatment), si ritrovano varie motivazioni non sempre “scientifiche” come l’abitudine, la paura di conseguenze legali o l’organizzazione dei medici e del sistema sanitario. La missione del movimento “Choosing Wisely” è quella di promuovere una relazione tra medici e pazienti, che aiuti a compiere scelte cliniche supportate dall’evidenza, non dannose e realmente necessarie e efficaci. L'inizio del movimento risale al 2010, quando il dottor H. Brody ha pubblicato su New England Journal of Medicine un articolo in cui invitava varie società scientifiche specialistiche a identificare 5 trattamenti o indagini diagnostiche utilizzate in maniera eccessiva o inappropriata, senza reali benefici sulla salute del paziente. Diverse società ed organizzazioni mediche hanno raccolto la sfida di promuovere un uso più efficace delle risorse nella cura dei pazienti. In Italia il progetto “Fare di più non significa fare meglio – Choosing Wisely Italy” è promosso da Slow Medicine e si basa sull’assunzione di responsabilità dei medici e degli altri professionisti sanitari nelle scelte di cura e sulla partecipazione dei pazienti e dei cittadini. Ad aprire il congresso sarà la dottoressa Sandra Vernero, che in prima persona ha contribuito a introdurre in Italia il movimento “Choosing Wisely”. Sarà poi discusso come il movimento sia stato recepito anche in pediatria sia in ambito ospedaliero che nella pediatria di famiglia e saranno affrontate varie top fives già pubblicate e specificatamente dedicate ai pazienti pediatrici. A seguire saranno affrontate altre tematiche fondamentali ma “nuove” in termini di Choosing wisely nell’ambito della pediatria specialistica in particolare riguardante le malattie infettive, l’immuno-allergologia, la reumatologia e la gastroenterologia. Infine, sarà dato spazio alla riflessione sull’utilizzo appropriato e inappropriato di indagini diagnostiche radiologiche da parte dei vari ambiti della pediatria.